Roma bed and breakfast Vatican
Blog sugli eventi di Roma

Roma deve diventare pulita. Via alle buste di plastica, via alla carta.

marzo 22nd, 2010 Posted in Cronaca eventi

Molte città lo hanno capito da decenni:  Parigi e San Francisco  ad esempio. Anche Roma ci prova, le buste di plastica non biodegradabili per fare la spesa devono sparire. Sono un miliardo e 600 milioni le buste di plastica consumate in un anno a Roma, sono utilizzate in media per 20 minuti, ma l’ambiente ci mette in media 200 anni per smaltirle. Concentrate nei mercati rionali e nei centri commerciali per poi, a volte, finire in mare causando disastri ambientali, uccidendo vegetazione e fauna marina.
L’intento è quello di sensibilizzare cominciando dalle catene di supermercati.

Per ora si cominicia dai mercati rionali e i centri commerciali. L’AMA con la supervisione dell’assessore all’Ambiente Fabio De Lillo del Comune di Roma,  che  si sta dedicando con molto impegno a tutte le problematiche dell’ambiente, ha scelto lo slogan «Chi previene, ama» e porterà alla distribuzione di oltre mezzo milione di sacchetti in carta riciclata in 22 postazioni (12 centri commerciali e 10 mercati rionali) dal 22 al 28 marzo. La direttiva comunitaria En 13432 (che prescrive il divieto di produzione e commercializzazione delle buste in plastica non biodegradabile) entrerà in vigore in Italia dal primo gennaio 2011.
Auchan con due grossi centri nella Capitale ha aderito in pieno all’iniziativa con la progressiva sostituzione dei sacchetti di plastica con le eco-shopper riutilizzabili. I clienti trovano scatole di cartone, sacchetti di carta, quelli ottenuti dal mais e il sacco cabas che può essere riutilizzato più volte. Anche la Coop sta collaborando attivamente. Nei 43 punti vendita romani sono disponibili, infatti, dalla fine del 2009, le borse biodegradabili realizzate in una materia prima rinnovabile di origine vegetale; questa, dopo essere stata impiegata per la spesa, può essere infatti riusata per la raccolta differenziata organica.
Sul sito “Porta la sporta” infine, sono raccontate le varie iniziative per impedire il concetto dell’uso spropositato della plastica. Sul sito si può imparare anche a creare con ago e filo la propria eco-shopper in tela.
Dal 17 al 24 aprile è in programma la settimana nazionale “Porta la Sporta”  L’evento – organizzato dall’Associazione dei Comuni Virtuosi, Wwf, Italia Nostra, dal Fai e Adiconsum – si propone di stimolare l’utilizzo della borsa riutilizzabile in sostituzione dei sacchetti in plastica e dei sacchetti monouso in generale.

Post a Comment

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.